Giovanni Manna

È nato a Firenze nel 1966. Ha frequentato corsi di incisione a Firenze e Bologna, pittura iconografica a Bologna, illustrazione a Sarmede e Venezia.

Dal 1995 lavora nell’editoria per l’infanzia, utilizzando principalmente la tecnica dell’acquerello: si dedica anche all’incisione all’acquaforte.

Ha pubblicato oltre cento titoli per numerose edizioni italiane e straniere, tra cui in Italia Rizzoli, Fabbri, Mondadori, Fatatrac, Salani, Piemme, Edizioni San Paolo, Messaggero di S.Antonio, C’era una volta, Cideb, EDB e nel mondo The Creative Company (USA), Barefoot Books (UK), Bohem Press (Zurigo), Grimm Press (Taipei), Tyrolia Verlag (Innsbruck): le sue edizioni originali sono state tradotte in numerose lingue.

Nel 2012 riceve la Junior Libray Guild Selection statunitense, nel 2003 il premio Andersen come migliore illustratore italiano, nel 1995 vince il 3° premio e nel 1996 il 1° premio al concorso città di Chioggia, con patrocinio Unicef; nel 1996 si classifica 2° al concorso Scarpetta d’oro.

Ha partecipato alla Biennale di Bratislava nel 2011, 2003 e 2001, alla mostra Internazionale di Illustrazione Le immagini della fantasia di Sarmede dal 1996 al 2014, quando è stato ospite d’onore con una personale di cento tavole, alla mostra della Fiera del Libro di Bologna dal 1995 al 1999, a I colori del sacro al Museo Diocesano di Padova nel 2002, 2004, 2006, 2008, 2010, 2012, 2014, 2016, 2018; ha esposto al Salone del libro di Torino nel 2011, a “Tales for the telling” a Newcastle upon Tyne nel 2000 e 2004, al Children’s Museum of Manhattan di New York nel 1999-2000, a “Mat-ita, Matite Italiane” alla Fiera del Libro di Bologna 2000, alla rassegna “The Italy picture book” a Osaka e Tokio nel 2001-2002, oltre a numerose altre rassegne di ambito nazionale.

Dal 2006 ad oggi è docente di acquerello ai corsi di base e perfezionamento della Scuola Internazionale d’illustrazione di Sarmede, sede della Mostra internazionale  di illustrazione “Le immagini della fantasia”. Dal 2016 è docente presso la Libera Accademia d’Arte Novalia.